Sabato, 19 Ottobre 2013 00:00

Mario #Mantovani: #Lombardia è tempo per una nuova riforma della #Sanità - vi aspetto lunedì 21 al DeFilippi di #Varese

Scritto da  Mario Mantovani *
Vota questo articolo
(0 Voti)
Mario Mantovani - Vicpresidente e Assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani - Vicpresidente e Assessore alla Salute di Regione Lombardia

A 16 anni dall'ultima riforma della sanità varata da Regione Lombardia, è arrivato il momento di intervenire con nuove norme che tengano conto dei nuovi bisogni di salute. Oggi, infatti, la Lombardia spende il 70 per cento delle risorse per la cronicità (30 per cento dei pazienti), per cui è necessario ragionare su ospedali con mission e funzioni diverse, affrontare il tema della territorialità con una visione nuova e rilanciare una sinergia tra medicina generale e medicina ospedaliera.

CRONICITÀ E TERRITORIALITÀ

Sulla cura degli acuti siamo i primi non solo in Europa. In questo campo anche la ricerca va avanti e noi continueremo a finanziarla nonostante la spending review prevedesse 20 milioni in meno su questo capitolo. Tuttavia, oggi, è necessario affrontare il tema della cronicità e della territorialità con una visione diversa. Su questo, mi aspetto dei contributi dagli operatori di cui terremo sicuramente conto. Come assessore io sono attento a tutte le proposte che vengono dai professionisti, dai medici, dagli operatori e dalle associazioni. Altro tema fondamentale nel lavoro sulla riforma del sistema è quello della libertà dell'individuo di scegliere dove farsi curare: è un principio non superabile. Chiedo meno concorrenza e più sinergia tra tutti i soggetti in gioco.

SOSTENIBILITÀ ECONOMICA

Sulla questione della sostenibilità economica dei sistemi sanitari, ci troviamo in un momento in cui crescono i bisogni ma la coperta si restringe. I tagli lineari approvati dal precedente Governo (225 milioni in meno per il 2013), sono stati insopportabili sul piano politico. Andrò a trovare il ministro per discutere del tema delle risorse e della loro appropriatezza. Da osservazioni internazionali, la Lombardia è al 30° posto su 262 Regioni europee: Questo è merito dei professionisti che fanno buona sanità e buona assistenza. Oggi il tema della sostenibilità ci spinge a osservare le cose in modo diverso.

ASSISTENZA

La buona medicina deve essere sempre corredata da buona assistenza e, in particolare, sulle terapie per il dolore, questo sia un argomento che rientra nella pietas per le persone; si tratta di un tema che è indispensabile affrontare nella giusta misura, su un piano umano, sociale e clinico, guardando avanti con speranza.

È quanto ha affermato il Vicepresidente e Assessore alla Salute di Regione Lombardia, intervenendo, oggi 19 ottobre 2013, a Milano, all'XI congresso regionale di Fadoi (Federazione delle associazioni e dei dirigenti ospedalieri internisti) e VIII Congresso regionale Animo, (Associazione nazionale infermieri medicina ospedaliera).

Letto 1416 volte Ultima modifica il Sabato, 19 Ottobre 2013 13:57

Cerca

Rassegna Stampa