Venerdì, 25 Ottobre 2013 00:00

Adriano Olivetti - l’uomo che progettava

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Adriano Olivetti - lo Steve_Jobs‎ italiano Adriano Olivetti - lo Steve_Jobs‎ italiano

Ivrea, Febbraio 1960, in città si festeggia il famoso carnevale, un antico rito al quale la popolazione partecipa con entusiasmo. Una tragica notizia sconvolge questi giorni allegri e spensierati: a soli 59 anni è morto all'improvviso l'ingegner Adriano Olivetti.
È accaduto solo per lui e per la guerra: a Ivrea si ferma il carnevale. 
Ai funerali arrivano 40'000 spettatori, una folla inusuale e inaspettata, per dare l'addio ad un grande industriale. 

Da qualche giorno la RAI sta presentando la sua nuova miniserie televisiva “Adriano Olivetti – La forza di un sogno” con Luca Zingaretti sul celebre impreditore che sarà trasmessa il 28 e 29 Ottobre su Rai1. Siccome sono cattivissimo anche se non ho alcun pregiudizio sul regista, quindi su come è stato “interpretato”, sono quasi sicuro che la figura di Adriano Olivetti sarà strumentalizzata dalla sinistra.

Schedato e arrestato come sovversivo da Mussolini, liberato grazie ad un Carabiniere, si ritrovò contro i sindacati, la sinistra, ma anche le banche, confindustria, USA, UK e Cina nel dopoguerra. 

Cattolico, Laico, Libero; Forte con una tempra d’acciaio; Moderato con un carattere da Orso; Incapace di Demagogia; Votato all’Etica, al Territorio e all’Ascolto. Aveva visto in anticipo il Superamento del Capitalismo, del Socialismo e della Speculazione Bancaria. Oggi sarebbe uno di noi.

Tenta la Politica con Nenni perché quest’ultimo si era staccato dalla sinistra, ma non è sufficiente per lui e crea il Movimento “Comunità” che vuole la Democrazia diretta intesa come: Meno Governo centrale più Governo Locale. In pratica vede anche il futuro Federalismo.

Nel 1958 si presenta solo alle elezioni e perde, troppo riformista, ostacolato da confindustria da un lato e dai sindacati con la sinistra dall’altro; due anni dopo (feb 1960) muore misteriosamente di un attacco di cuore, i suoi medici dissero che non aveva problemi in tal senso, i suoi dipendenti dissero che non era stato aiutato solertemente durante il malore, i giornali tacquero. A pochi mesi di distanza (nov 1961) muore in uno strano incidente stradale anche il capo del suo laboratorio Mario Tchou.

Tutte le informazioni sul sito della fondazione...

Letto 1563 volte Ultima modifica il Martedì, 29 Ottobre 2013 07:36
Luigi Caruso

Sono il proprietario del marchio WebRobotic® e socio della «Logica S.C.» mi occupo di Comunicazione e Marketing con metodo Olistico.

Mi piace specificare il mio metodo di lavoro, perché tutti poi mi chiedono: “olistico” in che senso? Mi piace perché questa è la caratteristica che mi distingue: un approccio alle cose Multi Disciplinare.

Sto contribuendo alla comunicazione e al marketing di Agorà Liberi e Forti.

Cerca

Rassegna Stampa