Lunedì, 16 Marzo 2015 17:48

#Urbani, #ForzaItalia: non siamo riusciti a fare la rivoluzione liberale

Scritto da  Giuliano Urbani
Vota questo articolo
(0 Voti)
Allievo di Norberto Bobbio, tra i fondatori di Forza Italia, due volte ministro nel '94 e nel 2001, Giuliano Urbani Allievo di Norberto Bobbio, tra i fondatori di Forza Italia, due volte ministro nel '94 e nel 2001, Giuliano Urbani

Forza Italia era nata come una grande utopia, quella di creare nel nostro paese la cosiddetta rivoluzione liberale, purtroppo la cultura liberale nel nostro paese è minoritaria e quindi non credo ci si possa illudere sperando che ci sia un futuro.

Purtroppo i liberali in questo paese erano e continuano ad essere una minoranza e la buona volontà che ci mettono in tanti è purtroppo inadeguata e assolutamente insufficiente. Quanto al ritorno in campo annunciato da Silvio Berlusconi, certamente lui ci proverà ma vedo improbabile e difficile un suo ritorno in campo per la semplice ragione che ormai il centrodestra è tutto sgretolato, non c'è quel minimo di preparazione di un assetto stabile e su questo sono un po' scettico.

Non so cosa stia succedendo all'interno di Forza Italia perché non seguo più molto la politica e mi interesso d'altro e devo dire che la delusione per quello che c'è stato è talmente forte da tenermi lontano da quanto accade. In ogni caso la leadership di Berlusconi non è in dubbio: è forte e consolidata ma per un elettorato che è diventato però molto piccolo, molto ridotto.

Quanto ai suoi rapporti con l'ex premier non ho più sentito Berlusconi e preferisco così. Ci mandiamo dei messaggi l'ultimo proprio l'altro giorno perché mi ha fatto piacere vederlo uscire da una ingiustizia dolorosa. Per il resto quello che volevamo fare non siamo riusciti a farlo e quindi per me è veramente un capitolo chiuso in tutti i sensi.

Letto 966 volte Ultima modifica il Lunedì, 16 Marzo 2015 17:59

Cerca

Rassegna Stampa