La nostra rete

made with love from Joomla.it

Avviso Legale

Ai sensi della Legge 62 del 2001, agoraliberieforti.org non è un prodotto editoriale.
Come tale non rientra nella definizione di cui all'art. 1 della medesima legge (con applicazione della connessa disciplina) e in particolare non è soggetto agli obblighi di cui alla legge 47 del 1948, artt. 2 e 5, anche perché agoraliberieforti.org /oltre non essere un prodotto editoriale/ non è una testata giornalistica.

Venerdì, 30 Agosto 2013 15:35

Pedroni: SI RIPARTE

Scritto da  Marcello Pedroni
Vota questo articolo
(2 Voti)
Marcello Pedroni Presidente Agorà Liberi e Forti e Luca Marsico Presidente Commissione Ambiente Regione Lombardia Marcello Pedroni Presidente Agorà Liberi e Forti e Luca Marsico Presidente Commissione Ambiente Regione Lombardia Foto Varese7Press

Il 9 settembre AGORÀ LIBERI E FORTI si ritrova in un'Assemblea di tutti i soci e simpatizzanti, ma aperta e tutti coloro che fossero interessati ai nostri lavori. L'appuntamento è a Varese alle 21, presso il collegio De Filippi.

Gli argomenti di attualità certamente non mancano, sia a livello politico nazionale, sia al più modesto livello locale. Siamo di fronte ad una situazione che non mi pare di esagerare nel definire storica, sul piano del Governo e del livello di democrazia del Bel Paese. Lo scontro non è, come pare o si vuol fare apparire tra Berlusconi ed i suoi adepti e la Magistratura, è in gioco il tipo di civiltà democratica e quindi di reale divisione tra i poteri dello Stato.

C'è, infatti, chi senza entrare assolutamente nel merito delle sentenze: decide i tempi e modi di gestione della giustizia caso per caso, in barba alla normativa vigente; chi difende come atto dovuto tale operato; e altri, noi per primi, che chiedono di applicare le stesse regole a tutti, senza privilegi, ma anche senza penalizzazioni "ad personam"!
Inutile sottolineare, quindi, l'importanza di tali argomenti e delle scelte che ne conseguono, scelte che vanno ben oltre la durata dell'attuale Governo del Paese.

In merito, invece alla eventuale crisi di Governo, come conseguenza della decisione della Giunta del Senato sulla "vicenda Berlusconi", mi permetto di dissentire da chi vede l'apertura della crisi come un automatismo derivante dalla scelta dei senatori. Occorre, a mio parere, privilegiare gli interessi generali del Paese pur ribadendo con molta forza le nostre ragioni e determinare una eventuale crisi, solo a seguito della mancanza palese di soluzioni ai gravi problemi sociali ed economici in cui il Governo Letta dovesse incorrere. La crisi è ben lungi dall'essere superata e la priorità non può essere che in quella direzione, almeno così la penso, e vorrei se ne discutesse apertamente in un sereno confronto, tipico dei nostri incontri.

Sentiremo poi le novità sul piano locale e regionale dal nostro consigliere regionale Luca Marsico, non mancheranno certamente spunti di riflessione e dibattito anche su tutto ciò. Non dimentichiamo che ci attende una stagione di grandi confronti elettorali la prossima primavera con le elezioni del Parlamento Europeo e 84 comuni della nostra Provincia che dovranno eleggere sindaco e consiglio comunale.

Ulteriore elemento di riflessione deve essere lo stato dell'economia e produttività anche nel nostro territorio, sempre più in difficoltà: a questo proposito perché non puntare con serietà e maggior decisione rispetto al passato ad una connotazione turistico ricettiva?

Parliamo di tutto ciò e di ogni ulteriore argomento sia considerato importante da Voi: sono certo usciranno dal confronto importanti idee e possibilità attuative.

Amici, vi aspetto a Varese il 9 settembre.

Letto 1506 volte Ultima modifica il Venerdì, 30 Agosto 2013 15:58

Cerca

Rassegna Stampa