La nostra rete

made with love from Joomla.it

Avviso

Raccontaci quello che vorresti dalla politica locale e nazionale e insieme potremo realizzarlo. Condividi la tua visione qui.

Log In/Out

Avviso Legale

Ai sensi della Legge 62 del 2001, agoraliberieforti.org non è un prodotto editoriale.
Come tale non rientra nella definizione di cui all'art. 1 della medesima legge (con applicazione della connessa disciplina) e in particolare non è soggetto agli obblighi di cui alla legge 47 del 1948, artt. 2 e 5, anche perché agoraliberieforti.org /oltre non essere un prodotto editoriale/ non è una testata giornalistica.

Gallarate

Gallarate (28)

Blog dedicato al territorio di Gallarate e al suo sviluppo, alle imprese, al lavoro ed alle Istituzioni.

Domenica, 07 Febbraio 2016 22:20

#Gallarate: le disfide di Barletta

Scritto da

Le disfide di Barletta, epiche storie d'altri tempi!

Non nominare Caianello invano!

Caro Barletta, non conosciuto, micragnoso professore che aggredi (picchiò) un rappresentante del PDL, tranne poi chiedere ampiamente scuse (accettate) onde evitare conseguenze legali nel pieno della campagna arancione del lontano 2011? Attuale segretario del PD gallaratese (inesistente, politicamente, a detta dei più) assorbito ad un servilismo di un ex Democristiano(?), con i praditori, pardon predatori, di pseudo liste civiche che usano il PD come un autobus a secondo dei casi per poter ottenere cadreghe e incarichi professionali, grazie anche all'allora Uccelli di rovo tra i sostenitori di Attila e della "beneamata" Lista Civica?

Caianiello, caro Barletta! Non Caianello...

Leggiamo oggi l'ennesima presa di posizione del PD Gallaratese, per bocca del suo segretario cittadino Vincenzo Barletta, contro Lega Nord, Forza Italia e il Presidente di Agorà Nino Caianiello.

"Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità!" - lo disse Joseph Goebbels.

A Gallarate i suoi numerosi proseliti, sia fuori che dentro le fila della giunta Guenzani, conoscono molto bene questo insegnamento, perché lo praticano quotidianamente.

Alle volte bisogna dire basta!

La mistificazione della realtà non è tollerabile generalmente e lo è ancora meno su questioni di interesse pubblico. Questo modo di fare deve essere secondo me pubblicamente messo alla berlina. Siamo o non siamo nella terza o quarta repubblica? Forse, per rappresentare qualcuno avremmo dovuto scegliere il polpo perché spruzza una nuvola d'inchiostro per sfuggire ai predatori (tecnica della distrazione) oppure cambia colore per confondersi con l'ambiente prendendosi i meriti altrui (tecnica della mimetizzazione).

Ma cos'è la destra? Cos'è la sinistra? Così cantava Gaber in una delle sue celebri e grandi canzonette. Questo è il primo passo del centrodestra gallaratese, "La destra e la sinistra esistono ancora. Eccome, e sono diverse!" ha subito precisato Moreno Carù coordinatore cittadino di Forza Italia. Tre sono i partiti che ieri sera martedì 5 maggio 2015 - Forza Italia, Fratelli d'Italia e Unione dei Democratici Cristiani e di Centro - nella recentemente inaugurata sede di Forza Italia a Gallarate, hanno presentato e firmato la "Carta dei Valori" e manifesto politico del centrodestra "Noi tutti insieme crediamo". Quello di Lara Comi - questa volta declinato sul territorio: per una nuova alleanza gallaratese sotto l'insegna di "Liberi per Gallarate".

Venerdì, 16 Gennaio 2015 00:00

Il Riccio e la Volpe #Gallarate

Scritto da

Pensavo al problema degli islamici e della moschea a Gallarate e mi è venuta in mente la favola del Riccio e della Volpe, ecco... cerchiamo di non fare la fine della volpe che...

Giovedì, 23 Ottobre 2014 06:39

Il grande Flop - #Guenzani #proMalpensa a #Gallarate

Scritto da

Matteo Inzaghi (direttore) al tg di rete55

Non è la prima volta del nostro simpatico Sindaco Guenzani, abbiamo segnalato noi l'ormai penultimo flop, quando al suo "comizio di inizio campagna elettorale", dopo aver speso i soldi per confezionare e spedire almeno 100 lettere, si sono presentati solo una decina degli extracomunitari che hanno ricevuto la cittadinanza italiana a Gallarate nel 2013.
Ormai abbonato, ma ancora una volta senza neanche un giudice dei guinness che ne potesse certificare il record, dobbiamo registrare un altro grande flop. Questa volta la convocazione è arrivata via email, ma avrà comunque impegnato non poco qualche impiegato comunale, certo la causa era giusta e ne valeva la pena: la nostra martoriata Malpensa. Convocati oltre 200 sindaci e presentati solo in 15.

A pesare come un macigno sono le assenze dei numerosi Sindaci di Sinistra, quale sarà il motivo?

Guarda il servizio di Matteo Inzaghi nel Tg di rete55 del 22 ottobre 2014...

La campagna elettorale del Sindaco di Gallarate Edoardo Guenzani è partita -male- il giorno 26 giugno 2014, qui sopra testimoniata da una fotografia, ma di cosa si tratta?

#Gallarate: dai m-orti urbani per il momento fioriscono solo proteste

Sono ancora pochi i campi coltivati nell'area dell'ultima vergogna di Gallarate, sintomo che sono sempre meno di una decina gli avventori che hanno ritirato le chiavi e quindi sono circa 90 quelli che ci stanno ancora pensando.
Purtroppo non è possibile fare di più con 300'000 euro. Ieri è passato un contadino con un trattore e ha detto che con 300'000 euro avrebbe potuto creare una fattoria didattica per la cultura degli orti e riempire Gallarate di grano.

Guarda il video della rubrica vergogna del TG di Rete55 del 4 giugno 2014.

La vicenda degli orti urbani a Gallarate rimarrà negli annali della storia e potrebbe essere utilizzata come cartina tornasole per valutare la modalità di lavoro della giunta Guenzani.
Oggi l'assessore Cinzia Colombo ha tenuto una riunione, presso gli spazi della circoscrizione Arnate-Madonna in Campagna, con tutti gli assegnatari del bando. Visto il numero di persone, l'appuntamento è stato diviso in due tranche, una alle 18 e l'altra alle 21. L'evento ha visto uscire 97 cittadini incazzati e delusi.

 

La famosissima rubrica Vergogna del TG di Rete 55 condotta dal mitico personaggio Bino, arriva alle case popolari di Gallarate rinominate dalla sinistra "edilizia residenziale sociale" e scopre che dopo la decisione di passare la gestione dal comune all'ente ALER gli inquilini e gli immobili sono stati abbandonati dalle sinistre, dal comune, dal Sindaco e dall'ALER.

Guarda il servizio di Bino e Matteo Inzaghi per il TG di Rete55...

Pagina 1 di 2

Cerca

Rassegna Stampa