La nostra rete

made with love from Joomla.it

Avviso Legale

Ai sensi della Legge 62 del 2001, agoraliberieforti.org non è un prodotto editoriale.
Come tale non rientra nella definizione di cui all'art. 1 della medesima legge (con applicazione della connessa disciplina) e in particolare non è soggetto agli obblighi di cui alla legge 47 del 1948, artt. 2 e 5, anche perché agoraliberieforti.org /oltre non essere un prodotto editoriale/ non è una testata giornalistica.

Sabato, 31 Agosto 2013 20:13

#Gallarate: Debito Nuoto Club, c'è la Corte dei Conti

Scritto da  FI Gallarate
Vota questo articolo
(0 Voti)
Gallarate: Debito Nuoto Club, c'è la Corte dei Conti Gallarate: Debito Nuoto Club, c'è la Corte dei Conti Foto VareseNews

Speriamo che chi ci amministra, ed in particolare il Sindaco, abbia un sussulto di dignità e decida di dare finalmente risposte nel merito alle questioni da noi sollevate. Francamente fino ad oggi l'impressione è stata che, su questa specifica vicenda, non si volesse andare al nocciolo del problema. Riteniamo che l'amministrazione cerchi in tutti i modi di evitare di scoperchiare il pentolone di questa storia, per tentare di impedire che tutte le contraddizioni deflagrino con violenza.

È secondo noi ormai acclarato che, di giorno in giorno, la gestione del debito stellare del Nuoto Club stia sfuggendo sempre più di mano a Comune, Maggioranza e AMSC. 

L'esposizione della società sportiva, al netto degli sconti praticati e dei debiti condonati, infatti continua a peggiorare, e questo nonostante interessi a tasso zero sui debiti pregressi e trattamenti tariffari che paiono di assoluto favore. Possiamo tutti capire che in un epoca dove si tira la cinghia e si chiede ai contribuenti un sforzo titanico con IMU, TARES e addizionale IRPEF, sia stridente che qualche soggetto goda invece di un trattamento che pare di assolto favore, soprattutto con costi posti a carico di una collettività, del tutto consapevole.

Insomma la nostra interrogazione voleva e vuole essere un'ultimo salvagente gettato al Sindaco e alla parte più ragionevole della maggioranza, per fare definitiva chiarezza sulla vicenda e assicurare che anche il Nuoto Club possa uscire onorevolmente da questa vicenda, che rischia viceversa di tirare a fondo AMSC, Società Sportiva e Amministrazione.

In effetti il Comune potrebbe agevolmente intervenire in autotutela e ricondurre le dinamiche di questa vicenda ad una normalità amministrativa, che renderebbe superfluo il coinvolgimento della Corte dei Conti, che rischierebbero di essere sicuramente più intransigente.

Letto 1062 volte Ultima modifica il Lunedì, 18 Giugno 2018 08:18

Cerca

Rassegna Stampa