La nostra rete

made with love from Joomla.it

Avviso Legale

Ai sensi della Legge 62 del 2001, agoraliberieforti.org non è un prodotto editoriale.
Come tale non rientra nella definizione di cui all'art. 1 della medesima legge (con applicazione della connessa disciplina) e in particolare non è soggetto agli obblighi di cui alla legge 47 del 1948, artt. 2 e 5, anche perché agoraliberieforti.org /oltre non essere un prodotto editoriale/ non è una testata giornalistica.

Giovedì, 02 Ottobre 2014 12:11

Partita a #LonatePozzolo la mobilitazione permanente #proMalpensa

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)
Partita a #LonatePozzolo la mobilitazione permanente #proMalpensa Partita a #LonatePozzolo la mobilitazione permanente #proMalpensa

Si è svolta oggi 2 ottobre 2014 alle 10, nella splendida cornice del Monastero di San Michele a Lonate Pozzolo (Va), la conferenza stampa che avvia nei fatti, una serie di iniziative che puntano a risvegliare l’attenzione sulla grave situazione in cui versa l’area di Malpensa. La richiesta viene dal territorio, l’attenzione è da sempre protagonista nei lavori e nelle interpellanze dei Consiglieri Regionali di una parte dell’area di centro destra, ma si è infiammata con le anticipazioni sul decreto Lupi da parte dell’Europarlamentare di Forza Italia Lara Comi.

Padrone di casa il Sindaco di Lonate Pozzolo Danilo Rivolta, invitati tutti gli amministratori locali dell'area Malpensa. L'incontro ha visto la presenza di moltissimi Primi Cittadini di tutte le aree politiche, persino quello di Somma Lombardo Guido Colombo agguerrito in prima fila. Parzialmente scusati fra gli assenti il sindaco di Gallarate Edoardo Guenzani e il Sindaco di Cardano Al Campo Angelo Bellora: il primo perché si è da poco attivato per Malpensa spronando e costringendo, nell’ultimo consiglio comunale, la sua stessa maggioranza ad accettare la mozione pro-Malpensa di Forza Italia; e il secondo (al suo posto c’era il vice Vincenzo Proto) perché probabilmente intento nelle sue beghe di palazzo che vedranno questa sera la cartina tornasole, nell’approvazione o meno, del suo turbolento bilancio.

Al tavolo, oltre che al padrone di casa Danilo Rivolta anche Mauro Cerutti (Sindaco di Ferno e presidente ANCAI - Associazione Nazionale Comuni Aeroportuali Italiani), Silvana Alberio (Sindaco di Gavirate e candidata per la presidenza della Provincia con la lista Liberi per la Provincia) e i Consiglieri Regionali Luca Marsico (FI), Luca Ferrazzi (MP) e Francesca Brianza (LN).

Gli interventi sono stati all’unanimità contro l’incertezza politica sfociata per giunta nelle nuove regole "sblocca-Linate", che pare o almeno questo è il tragico sospetto, non siano limitate solo ad Expo, soprattutto alla luce dell'assenza della prevista clausola di temporaneità. 

Il sindaco di Lonate Pozzolo Danilo Rivolta ha sventolato (nella foto) una carta su cui sono riportate tutte le aree delocalizzate, quelle zone divenute inabitabili, costate 300 Milioni di euro e di cui, a 16 anni dal lancio della "grande Malpensa" ancora si attende un recupero.

Mauro Cerutti ha dato conto del suo tentativo di mediazione, i cui risultati lo hanno lasciato basito "Siamo andati come ANCAI con 40 sindaci, il ministro non si è neppure presentato"

“Per Malpensa credo che si debba individuare una responsabilità politica chiara” ha invece esordito Luca Marsico, e ancora “Benché io veda sempre il bicchiere mezzo pieno, in questo decreto faccio fatica a vedere aspetti positivi per Malpensa” poi affonda “Il dato politico, è che oggi il governo di Roma PD-NCD, ha preso una decisione che è contro Malpensa” chiede, questo è “essere proattivi rispetto alla salvaguardia di Malpensa” come dichiarato da Cattaneo, e conclude “Credo che l’introduzione della ZES e soprattutto l’ordine del giorno sottoscritto dai consiglieri qui presenti, per la sua estensione a tutto il contorno del sedime aeroportuale, dimostri che anche l’attenzione per Malpensa di Regione Lombardia e il suo Consiglio c’è, e ci sarà anche per allargare i tavoli pro-Malpensa a tutti i Sindaci interessati”.

Silvana Alberio e i simboli della lista Liberi per la Provincia
Silvana Alberio - Candidata Presidente della Provincia di Varese con la lista civica Liberi per la Provincia

“La mia presenza qui, anche se per il momento solo come candidata alla Presidenza della Provincia, è a testimoniare l’attenzione che ci deve essere, e che vogliamo che ci sia, nei confronti dei Cittadini, dei Lavoratori, degli Artigiani, delle Aziende e dei Sindaci che vivono questa realtà importante, perché Malpensa è importante per tutta la Provincia e non solo” è in sintesi l’intervento di Silvana Alberio.

Emblematico infine l’intervento del Consigliere Regionale Luca Ferrazzi che ha esordito “fosse per me ci sarebbe da fare una mozione di sfiducia del Ministro Lupi per atti contrari al bene della nazione” e ancora “se questi sono i rappresentanti lombardi alla camera e al senato, spero che il prossimo sia siciliano”.

Letto 1843 volte Ultima modifica il Venerdì, 03 Ottobre 2014 06:37
Luigi Caruso

Sono il proprietario del marchio WebRobotic® e socio della «Logica S.C.» mi occupo di Comunicazione e Marketing con metodo Olistico.

Mi piace specificare il mio metodo di lavoro, perché tutti poi mi chiedono: “olistico” in che senso? Mi piace perché questa è la caratteristica che mi distingue: un approccio alle cose Multi Disciplinare.

Sto contribuendo alla comunicazione e al marketing di Agorà Liberi e Forti.

Cerca