La nostra rete

made with love from Joomla.it

Avviso

Raccontaci quello che vorresti dalla politica locale e nazionale e insieme potremo realizzarlo. Condividi la tua visione qui.

Log In/Out

Avviso Legale

Ai sensi della Legge 62 del 2001, agoraliberieforti.org non è un prodotto editoriale.
Come tale non rientra nella definizione di cui all'art. 1 della medesima legge (con applicazione della connessa disciplina) e in particolare non è soggetto agli obblighi di cui alla legge 47 del 1948, artt. 2 e 5, anche perché agoraliberieforti.org /oltre non essere un prodotto editoriale/ non è una testata giornalistica.

Si svolgerà lunedì 21 ottobre alle ore 21:00, a Varese, presso il Collegio Arcivescovile De Filippi "Sala Borghi" - Via Brambilla, 15 a Varese, il dibattito organizzato da Agorà Liberi e Forti e l'Assessore alla Salute e Vicepresidente della Regione Lombardia Mario Mantovani.

Titolo del confronto è «Sanità in regione Lombardia: Presente e Futuro». Non si tratta di un tradizionale convegno, ma come da nostra prassi, di un evento che si svolgerà secondo una "modalità di comunicazione partecipativa e assembleare".

Mercoledì 9 ottobre, la Commissione Ambiente, presso laula della Commissione Lavoro, ha svolto laudizione informale del Prefetto Franco Gabrielli sullo stato di attuazione della legge di riforma della protezione civile e sullefficacia degli interventi in materia di difesa del suolo. 

Attenzione #Oggi 12 ottobre 2013 a #Saronno @ComiLara

SBAGLIATO E PERICOLOSO AUTORIZZARE LA MANIFESTAZIONE DI TELOS IL GIORNO STESSO IN CUI SFILA FORZA NUOVA ED È IN PROGRAMMA UNA MANIFESTAZIONE CON 600 BAMBINI

Nell'autorizzare la manifestazione di Telos lo stesso giorno in cui è in programma un corteo di Forza Nuova il sindaco Porro si rende responsabile di qualunque cosa accadrà in città. Una decisione ancora più grave visto che il 12 ottobre, a Saronno, ci sarà anche una manifestazione con 600 bambini, e il mio pensiero va innanzitutto alla loro incolumità e a quella delle famiglie. Una scelta di buon senso sarebbe stata invece quella di negare l'autorizzazione al corteo promosso dagli aderenti al centro sociale visto che la domanda è stata inoltrata solo recentemente, mentre Forza Nuova ha avanzato la richiesta mesi prima. Il sindaco Porro nel suo programma elettorale ha promesso 'una città dove vivere in legalità e sicurezza', tanto da definire 'indispensabile diffondere la cultura delle regole'. Se non è in grado di mantenere quegli impegni, allora è bene che vada a casa.

Va precisato che mentre Forza Nuova a Saronno non ha mai creato problemi di sicurezza, al contrario Telos ha dato continui grattacapi in tema di ordine pubblico. Il sindaco dovrebbe poi ricordarsi che sta autorizzando una manifestazione di abusivi che da ormai un anno occupano uno stabile comunale, quello di via don Monza. E in tutto questo tempo Porro non è stato in grado di fare rispettare la legge. Impari la lezione dal sindaco e vicepresidente Anci, Alessandro Cattaneo, che in dieci giorni ha risolto con gli sgomberi il problema delle occupazioni abusive nella sua città, a Pavia.

Rappresentanza sindacale contro Municipio #PD di #Gallarate

Già lo scorso anno a Gallarate era emerso il clima non proprio idilliaco tra il Comune e i dipendenti comunali. Adesso il clima è divenuto gelido (in tutti i sensi) e i lavoratori dell'ente passano all'offensiva: i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza hanno infatti presentato un esposto al competente ufficio dell'Asl che si occupa di sicurezza sul lavoro, inoltrandolo anche alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio.

Martedì, 08 Ottobre 2013 00:00

#BustoArsizio: Sorge il Palaghiaccio?

Scritto da

Il caso Palaghiaccio accende nuovamente il consiglio comunale. In attesa che i quattro esponenti pidiellini della corrente Dialogando portino in assemblea la proposta di realizzare un centro polivalente anziché un palazzetto del ghiaccio - scrive informazioneonline.it in un recente articolo.

Lunedì, 07 Ottobre 2013 00:00

#Milano da oggi ha una nuova voce

Scritto da

Siamo lieti di annunciarvi che da oggi la zona di Milano ha una nuova voce, quella di Agorà Liberi e Forti.

Volevo commentare un intervento di Nino Caianiello su FaceBook questo:

"Ma scusate... pur condividendo il dramma dei migranti e di Lampedusa... ma la Boldrini che ci azzecca? Oltre a declamare banalità può servire a qualcosa? Promuove leggi? Può adottare provvedimenti che risolvano la vicenda? Può sostituirsi al Governo? Può sostituirsi alla Comunità Europee? Un po' di sobrietà e meno protagonismo lascerebbe anche più spazio a Lampedusa..."

Il commento è diventato un po' lungo quindi lo pubblico sul sito:

Prendo spunto dall’articolo di Nino Caianiello che, dalle pagine del sito di Agorà Liberi e Forti, invita i Parlamentari a lavorare piuttosto che dimettersi.
Consiglio decisamente utile ed intelligente in un contesto "normale". Ma in tutta sincerità vi sembra normale ciò che sta accadendo?

Sembra che i Parlamentari del PDL, se Silvio decade, si dimettano; Sembra che Letta non sappia cosa succede, ma ha detto: se non riesco, se questo, se quello... non mi lascerò logorare... nel caso mi dimetto; Napolitano minaccia: "niente pressioni... nessuno s’illuda che io sciolga le Camere... nel caso mi dimetto".

Peccato poi che si ricandidano! Parlamentari, Premier e magari anche Napolitano; Persino la Fornero si è resa disponibile.

Un'oasi ambientale dove le specie autoctone di flora e fauna vivono protette, un patrimonio vivente che i varesini hanno avuto il merito di pensare e difendere per tramandarla di generazione in generazione.
La Palude Brabbia compie 30 anni e una festa coi fiocchi è in calendario da venerdì 20 a domenica 22 settembre per celebrare come si deve i tre decenni di esistenza della Riserva naturale che da 20 anni è anche oasi LIPU. 

Saranno presto i nuovi assessori del Popolo della Libertà a rendere conto di quello che stanno facendo, a tre mesi dall’insediamento. Ma, intanto, il coordinatore della sezione sommese puntualizza su qualche nodo aperto dall’ex alleato di giunta dell’Udc Luigi Mancini.

L’ex assessore Mancini chiede perché non si proceda con un bando europeo per la gestione della mensa scolastica, il cui appalto, in scadenza, è stato rinnovato fino alla fine dell’anno, per poi indire una gara pubblica.

Cerca

Rassegna Stampa