Agorà Liberi e Forti OnLine

SABATO 14 SETTEMBRE GLI AMICI DELLA SEZIONE DI BUSTO ARSIZIO DEL PDL RACCOGLIERANNO LE FIRME PER I REFERENDUM SULLA GIUSTIZIA.

Il nostro Presidente ci ha invitati all'Assemblea del 9 Settembre, per discutere insieme le iniziative che dovranno essere messe in campo dalla nostra associazione in questi prossimi mesi.
È forse la prima volta che ritroviamo però tutti insieme a discutere la nostra strategia in un contesto socio – economico così difficile.
Il momento economico è infatti talmente critico che le persone faticano a riconoscersi nei tradizionali riferimenti politici. Molti nostri concittadini infatti non ritengono più le attuali formazioni politiche in grado di fornire risposte concrete e pragmatiche ai problemi che attanagliano la nostra società.
Questo accade in modo particolare a coloro che tradizionalmente si definiscono moderati e riformisti o più banalmente non di sinistra, che sono poi - come ben sappiamo - una maggioranza stabile nella nostra Italia, fin dal dopo guerra.

Agorà a mio avviso parte però con il piede giusto in questo contesto ed è in grado di porsi come interlocutore privilegiato del nostro territorio.

È prassi comune dividere il Popolo della Libertà in falchi e colombe a seconda della propria risolutezza nell'affrontare i problemi. Continuando con il gergo ornitologico forse ha ragione Nino Caianiello che dalle pagine della Prealpina ci consiglia di volare alto come aquile. In effetti in momento così straordinariamente difficile per la vita del Paese, la politica dovrebbe elevare il livello della discussione cercando, con pragmatismo, di delineare i possibili scenari e le possibili soluzioni ai tanti problemi che ci assillano.

DOMENICA 15 SETTEMBRE IN OCCASIONE DELLA STORICA "FIERA DEL CASTELLO" GLI AMICI DELLA SEZIONE SOMMESE DEL PDL RACCOGLIERANNO LE FIRME PER I REFERENDUM SULLA GIUSTIZIA.

Lunedì, 02 Settembre 2013 06:53

@PresLucaMarsico : Cari amici, ci siamo!

Scritto da

Dopo la pausa estiva ci ritroveremo, lunedì 9 settembre presso il Collegio De Filippi di Varese, per la prima assemblea pubblica di Agorà che, di fatto, aprirà la nuova stagione politica e amministrativa per la nostra provincia e non solo.

Speriamo che chi ci amministra, ed in particolare il Sindaco, abbia un sussulto di dignità e decida di dare finalmente risposte nel merito alle questioni da noi sollevate. Francamente fino ad oggi l'impressione è stata che, su questa specifica vicenda, non si volesse andare al nocciolo del problema. Riteniamo che l'amministrazione cerchi in tutti i modi di evitare di scoperchiare il pentolone di questa storia, per tentare di impedire che tutte le contraddizioni deflagrino con violenza.

Venerdì, 30 Agosto 2013 15:35

Pedroni: SI RIPARTE

Scritto da

Il 9 settembre AGORÀ LIBERI E FORTI si ritrova in un'Assemblea di tutti i soci e simpatizzanti, ma aperta e tutti coloro che fossero interessati ai nostri lavori. L'appuntamento è a Varese alle 21, presso il collegio De Filippi.

Gli argomenti di attualità certamente non mancano, sia a livello politico nazionale, sia al più modesto livello locale. Siamo di fronte ad una situazione che non mi pare di esagerare nel definire storica, sul piano del Governo e del livello di democrazia del Bel Paese. Lo scontro non è, come pare o si vuol fare apparire tra Berlusconi ed i suoi adepti e la Magistratura, è in gioco il tipo di civiltà democratica e quindi di reale divisione tra i poteri dello Stato.

Sul recente provvedimento che ha abolito l'IMU sulla prima casa e sui terreni e fabbricati funzionali alle attività agricole abbiamo sentito il Consigliere regionale del Popolo della Libertà Luca Marsico, che è anche Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile.

«Né falchl né colombe Vorrei un partito di aquile, che sappiano volare alto per trovare poi la soluzione ai problemi».

Nino Caianiello, presidente onorario di Agorà ed ex dirigente del Pdl, cerca di andare oltre la di visione tra i due gruppi che, in vista della possibile crisi di governo a seguito delle vicende giudiziarie di Berlusconi, si collocano su posizioni di intransigenza da una parte di tentativo di dialogo dall'altra.

Da Comi a Taldone fino a Clerici: i falchi varesini del Pdl in pressing contro il Governo. L'area delle colombe s'allarga dai ciellini ai laici alla Marsico. Lega incerta sull'alleanza.

Il Pdl è diviso tra chi vuole rompere con il Governo, e chi no. E se si tornasse a elezioni anticipate, la Lega, che pure auspica la fine del governo Letta, si troverebbe nella scomoda posizione di scegliere se andare a elezioni con i berlusconiani oppure no.
Le opinioni discordanti nelle fila pidielline non consentono una semplice differenziazione tra soli falchi e colombe. 
C'è chi punta a creare una sintesi, moderando i falchi ed estremizzando un pochino le colombe, come Nino Caianiello.

 

Martedì, 27 Agosto 2013 21:05

Cambiare il Paese - ci vediamo il 9 settembre

Scritto da

La grave situazione Economica in cui versa il nostro Paese non si inserisce in una fase di ordinaria ciclicità. La concomitante situazione Politica dimostra che siamo nel mezzo di una crisi strutturale del capitalismo di relazione e di clientela costruito negli ultimi cinquant’anni, fondato sull’oblio del debito pubblico, sulla svalutazione della valuta, sulla rendita di posizione assicurata all’Italia dalla guerra fredda e da modelli di sviluppo superati.

Cerca

Rassegna Stampa